Vai al contenuto
Home > Cyberpunk 2077: dalle delusioni iniziali ad un’esperienza rivoluzionata

Cyberpunk 2077: dalle delusioni iniziali ad un’esperienza rivoluzionata

Cyberpunk 2077, sviluppato da CD Projekt Red, è stato uno dei giochi più attesi e controversi degli ultimi anni. Dal suo annuncio nel 2012 fino alla sua uscita nel dicembre 2020, l’hype per questo gioco open-world era palpabile. Tuttavia, il lancio fu segnato da una serie di problemi tecnici che ne oscurarono il potenziale. In questo articolo, esploreremo la storia travagliata di Cyberpunk 2077, i progressi tecnici, le migliorie implementate nel tempo e il futuro del gioco e dello sviluppatore polacco.

La storia del gioco e le delusioni iniziali
L’annuncio di Cyberpunk 2077 risale al 2012, quando fu presentato come un gioco di ruolo futuristico basato sull’universo del gioco di ruolo da tavolo Cyberpunk 2020 creato da Mike Pondsmith. L’attenzione del pubblico fu catturata grazie al successo di The Witcher 3: Wild Hunt, un altro titolo sviluppato da CD Projekt Red. Nel corso degli anni, con la pubblicazione di teaser e trailer, le aspettative intorno al gioco crebbero enormemente. Dopo diversi rinvii, il gioco fu finalmente pubblicato nel dicembre 2020, ma su console di vecchia generazione e su PC si presentò con numerosi bug, glitch e problemi di prestazioni che portarono a una pioggia di critiche. Sony ritirò temporaneamente il gioco dal PlayStation Store, e CD Projekt Red affrontò cause legali per le condizioni del prodotto. Questi problemi tecnici, uniti alle promesse non mantenute sulla qualità grafica e sul gameplay, causarono una profonda delusione tra i giocatori.

cyberpunk 2077 prima locandina

Gli aggiornamenti e le migliorie nel tempo
Dopo il rilascio, lo sviluppatore si impegnò a correggere gli errori più gravi con diverse patch. Gli aggiornamenti 1.1 e 1.2 introdussero correzioni fondamentali per migliorare stabilità e prestazioni. Tuttavia, il vero punto di svolta arrivò con la patch 1.5, pubblicata nel febbraio 2022. Questa patch introdusse versioni native per PS5 e Xbox Series X/S, migliorando significativamente il gioco su console di nuova generazione. Oltre alle migliorie grafiche, aggiunse nuove armi, personalizzazioni e funzionalità di gameplay, rendendo Cyberpunk 2077 un’esperienza più completa. La patch 1.6, ispirata alla serie animata Cyberpunk: Edgerunners, introdusse nuovi contenuti e ottimizzazioni, migliorando ulteriormente l’esperienza di gioco.

Il vero cambiamento avvenne però nel settembre 2023, con la patch 2.0 e l’espansione Phantom Liberty. La patch 2.0 rivoluzionò il gioco con un sistema di combattimento rinnovato, un’IA migliorata e un’interfaccia utente rivisitata. L’espansione a pagamento Phantom Liberty portò nuove missioni, la città di Dogtown e personaggi come Solomon Reed, interpretato da Idris Elba. Questo aggiornamento trasformò Cyberpunk 2077 in un’esperienza finalmente degna delle aspettative iniziali.

cyberpunk 2077 city

Gli aspetti tecnici del motore di gioco
Cyberpunk 2077 utilizza il motore proprietario di CD Projekt Red, REDEngine 4. Questo motore ha permesso la creazione di Night City, un mondo aperto complesso e dettagliato, arricchito da animazioni realistiche e dinamiche avanzate di illuminazione. La collaborazione con NVIDIA ha portato all’integrazione di tecnologie avanzate come il Ray Tracing, che fornisce riflessi, ombre e illuminazioni realistiche, rendendo l’ambientazione più immersiva. Inoltre, il DLSS (Deep Learning Super Sampling) aumenta le prestazioni tramite l’uso dell’intelligenza artificiale per upscalare la risoluzione, consentendo frame rate elevati anche con il ray tracing attivo. Queste innovazioni tecniche hanno permesso di migliorare notevolmente la qualità grafica del gioco, specialmente su PC di fascia alta.

La casa produttrice e i progetti futuri
CD Projekt Red, noto per la serie The Witcher, ha affrontato molte difficoltà con il lancio di Cyberpunk 2077, ma ha riconquistato la fiducia dei giocatori grazie al costante impegno nel migliorare il gioco. Lo studio polacco ha già annunciato diversi progetti per il futuro. Il più atteso è Project Orion, un sequel che amplierà l’universo di Cyberpunk 2077. Oltre a questo, CD Projekt Red sta lavorando su Project Polaris, il primo di una nuova trilogia di The Witcher, e su Project Canis Majoris, uno spin-off open-world sempre ambientato nell’universo di The Witcher. Infine, Project Hadar rappresenta un nuovo universo originale creato da zero dallo studio, che dimostra l’ambizione e la volontà di CD Projekt Red di espandere il proprio portfolio.

cd project

Cyberpunk 2077 è passato attraverso una montagna russa di critiche e rivalutazioni, ma oggi rappresenta un gioco che ha saputo reinventarsi, dimostrando il valore della perseveranza e della dedizione. Con il DLC Phantom Liberty e gli aggiornamenti continui, Night City è diventata finalmente la metropoli cyberpunk che tutti attendevano. Il futuro dello sviluppatore sembra promettente, con nuovi progetti che arricchiranno ulteriormente i mondi di Cyberpunk e The Witcher.